• Marco Bonifaccino

Prova del condizionatore auto. Quanto deve essere la temperatura alla bocchetta?

Aggiornamento: 26 apr

Perchè sono importanti le condizioni esterne all'abitacolo dell'auto, la temperatura e l’umidità, nella valutazione dello stato di salute di un condizionatore.



In questo articolo vorrei illustrarvi come le condizioni all’esterno dell’abitacolo della nostra auto, temperatura ed umidità, influenzano le prestazioni del condizionatore. E di come, grazie della tecnologia IoT, Internet of Things, si possa eseguire una diagnosi più accurata.


COMFORT ALL'INTERNO DELL'ABITACOLO

Per mantenere l’abitacolo confortevole, il condizionatore rimuove il calore dall’interno dell’autovettura e lo cede all’esterno. Avviene cioè uno scambio di calore e il refrigerante è l’elemento che permette al condizionatore di muovere il calore.


Il refrigerante entra freddo nell’evaporatore presente all’interno dell’autovettura, assorbe il calore dall’abitacolo, e lo trasporta nel condensatore/radiatore, dove lo cede all’ambiente esterno.



Se all’esterno la temperatura e l’umidità sono molto alte, il condizionatore farà più fatica a cedere il calore, e quindi raffredderà di meno. Questo si traduce in una temperatura alla bocchetta meno fredda.


Per conoscere più nel dettaglio come funziona un condizionatore e i processi che si svolgono durante il suo funzionamente, vi rimando all'articolo: Come funziona l'aria condizionata dell'auto?


CICLO INVERSO O CICLO FRIGORIFERO

Il condizionatore funziona con lo stesso principio di un frigo. D’inverno, quando la temperatura in casa è tra 19 e 21, possiamo mantenere il termostato del frigo a 2, a volte anche a 1, ed essere sicuri che gli alimenti presenti all’interno sono conservati alla corretta temperatura.





Ma quando arriva l’estate e in casa le temperatura aumenta, sino a 25, 26 gradi, a volte anche di più quando non siamo in casa, occorre regolare il termostato a 4 o a 5 per essere sicuri che il cibo sia mantenuto alla corretta temperatura. Con questa operazione stiamo chiedendo al frigo di essere più performante per far fronte alle maggiori temperature esterne.

Allo stesso modo la temperatura e l’umidità influenzano le prestazioni del condizionatore dell’auto.

Quando andiamo a testare il condizionatore dell'auto e misuriamo la temperatura alla bocchetta, se non teniamo in considerazione le condizioni esterne all'autovettura, il valore letto potrebbe portarci ad una diagnosi non corretta o poco accurata.


CONCLUSIONI

Avere a disposizione uno strumento come AC diagnosis, che tiene in considerazione tutti questi parametri e determina l'ottimale temperatura alla bocchetta, permette di eseguire una diagnosi del condizionatore dell'auto più accurata. Averla inoltre in formato digitale, consente al meccanico o all'officina auto, di condivide in tempo reale il risultato con il proprietario o il gestore dell'autovettura, offrire un servizio all'avanguardia e rendere il cliente partecipe del lavoro svolto.


Report digitale diagnosi condizionatore inviato attraverso WhatsApp





#attrezzaturaofficina #meccatronica #carservice #carrozzeria #automotive #centrorevisioni #DiagnosiClimaAuto #diagnosiariacondizionata #gommista #diagnosicondizionatore #diagnosiauto #serviceauto #ACdiagnosis #autofficina #autoriparatore #autoriparazioni #autocarrozzeria #officinautoriparazioni #diagnosiautovetture #meccanicoauto #auto #autoricambi #attrezzatura #meccanico #officinaautorizzata #manutenzioneauto #climatizzatore #automobile #diagnosiveicoli #manutenzionepredittiva

1.358 visualizzazioni0 commenti